Archivio dell'Arte Italiana
Archivio dell'Arte Italiana

  • Vitali Laura

  • Ferrari Giuliana

  • Maiani Alessandro

  • Withall Ruth

  • Iaccarino Elvira

  • Arnaboldi Andrea

  • Campi Carlo

  • Testoni Patrizia

  • Tonyz A.

  • Anzalone Regina

  • Kriv (Ivano Crivellaro)

  • Zanatta Pierantonio

  • Tomasi Lucia

  • Jvonne .

  • Bolzonella Alberto

  • Cupellini Claudio

  • Mazza Ruggero

  • Salmi Mara

  • Pallaro Aldo

  • Lionello Nadia

  • Bolzonella Giacomin Marisa

  • Zabarella Luciana

  • D'Agostini Maurizio

  • Cattapan Franco

  • Asnaghi Gianpietro

  • Castellani Silvestro

  • Simili Ermes

  • Fiò .

  • Menozzi Patrizia

  • Scarton Renato
Artisti dalla A alla Z
Artisti per Categoria
News e Mostre dell'Arte Italiana
  • Mostra personale di Ivo Stazio dal titolo "Possibili scenari"vernissage sabato 19 ottobre 2019, presso la Vi.P. Gallery – Alzaia Naviglio Grande, 4 - MILANO.

  • Lo scultore Aldo Pallaro espone 9 sue opere al FLORMART presso la Fiera di Padova. Allestimenti degli architetti Matteo Grassi e Tiziana Zangirolami. Giovedì 26 settembre alle ore 17:00 presentazione dei lavori di Aldo Pallaro a cura della dottoressa Selena Favotto.

  • BOLOGNA Mostra d'arte di Giuliana Baroncini, inaugurazione sabato 21 settembre 2019 ore 17:00, presentazione del professore Enrico Miglioli, Galleria d'Arte Sant'Isaia, Via Nosadella, 41/A Bologna. In permanenza opere d'arte dei Maestri dell'800/'900.

  • MILANO - L'artista Tina Lupo partecipa alla mostra Biennale Milano International Art Meeting presentata da Vittorio Sgarbi, inaugurazione Giovedì 10 ottobre 2019,

  • VOGHIERA (FERRARA) Mostra d'arte "Lucrezia le Arti e lo Spettacolo" Vernice sabato 7 settembre 2019 ore 18:30 Direttore artistico: Susanno Tartari critico d'arte: Antonio Castellana. La mostra è allestita fino al 29 settembre 2019 Strada Provinciale 274 - 44019 - Voghiera (Ferrara). Il presidente dell'Archivio Monografico dell'Arte Italiana, Michele Maione, presente all'inaugurazione della mostra.


Tutte le novità sul mondo dell'Arte

Pittore Scultore Incisore | Moja .

Moja . nasce a Treviso nel 1973 opera in Veneto nella specifica di Corrente figurativa .

Per Informazioni: mojasculptor@libero.it
Stampa: Genera PDF per la stampa

Le opere di Moja .

ARTIca (foto 2) di Moja .
ARTIca (foto 3) di Moja .
Studio di volto di Moja .
Disagio emozionale di Moja .
Anime sole di Moja .
Il bacio di Moja .
Testa verde di Moja .
Biografia
|
Critiche
|
Mostre
|
Informazioni
Moja vive a Noventa Piave (Venezia). Pittore-scultore-incisore.
Diplomato presso il Liceo artistico statale di Treviso e Laureto all’Accademia di Belle Arti di Venezia.
Artigiano nella propria azienda che si occupa di falegnameria, restauro e decorazione mobili. 
L’arte di Moja, pittorica e scultorea, si basa su una continua ricerca sui materiali e sulla rappresentazione di forme nuove e del tutto contemporanee; le due arti sono espresse dall’artista con un’attitudine completamente diversa ed alquanto sorprendente. Geniale in scultura per la scelta di forme e tematiche particolari, intuitivo e riflessivo nella pittura materica.
Il percorso artistico di Moja ci permette di esplorare epoche e correnti diverse, partendo da una forma figurativa classica l'artista attraversa ed accoglie la forma di un primitivismo arcaico che si evolve verso una forma essenziale della figura, elabora orizzonti astratti trattati con una colorazione futurista ed arricchiti dai diversificati materiali. 

"... La mia ricerca si concentra essenzialmente sull' evoluzione del corpo umano e sul processo riduttivo della figura. ... La mia arte è un'intrecciarsi di pieni-vuoti, linea-volume, liscio-ruvido. ..." 
"La mia ricerca spazia dall'utilizzo del legno, argilla, resina, gesso, materiale chimico di varia natura, ferro, mdf, multistrati, vernici acriliche, vernici sintetiche, vernici nitro, vernici poliuretaniche ... Oltre ad altri materiali/tecniche che variano a seconda della ricerca in corso. "
Moja - http://mojasculptor.com/

________________________________________________________________________________________

LA PITTURA


L’artista Moja nell’anno 2017 sviluppa la sua creatività verso una nuova sperimentazione, una ricerca che apre nuove estensioni pittoriche giungendo ad un’espressione artistica ancor più materica-geometrica. L’artista sceglie uno sfondo per le sue opere, una base cromatica di notevole spessore pittorico con accenni sfumati che evidenziano forme incorniciate da marcature precise. Ogni forma è posizionata dall’artista attraverso una chiara struttura, Moja costruisce l’opera attraverso un alternarsi di pieni e di vuoti su superfici differenti che sembrano indicare l’altalenarsi delle emozioni; il colore cangiante sottolinea la limpidezza della struttura giungendo ad una personale forma artistica.
Per Moja l’arte diventa espressione di una comunicazione universale, luci e figure si fissano sulla tela in un'apparente staticità che acquisisce dinamismo attraverso una vibrazione cromatica originale. Le sue opere sono del tutto contemporanee, sono immagini simboliche che l’artistarealizza manipolando con maestria la materia.
Archivio Monografico dell'Arte Italiana - aprile 2017

Opere realizzate nell'anno 2017 dall'artista
Moja 
         

         

"N-art" - 2016

tecnica mista - cm 32x22

________________________________________________________________________________________

LA SCULTURA

PRESENTAZIONE DELL’ARTISTA:
Le mie opere si contraddistinguono dalla viscerale necessità di esaltare la bellezza del corpo della donna. La sinuosità della linea curva si relaziona assiduamente con la rigidità’ minimalista del supporto, parte inscindibile da essa. Il dualismo piedistallo-scultura viene evidenziato dall’intrecciarsi di pieni-vuoti, linea-volume, liscio-ruvido ma il tutto amalgamato dalla purezza del bianco. La mutevolezza della forma nello spazio crea visioni astratte o visioni organiche a seconda del punto di osservazione, la luce suggerisce letture diverse, metafore ed allusioni più o meno comprensibili.  I volumi vengono torniti dalla luce naturale creando il giusto equilibrio dei pieni con i vuoti, tra l’involucro e il suo contenuto, rapportando la forma esterna con la forma interna. La luce può accarezzare la liscia ‘’pelle’’ scultorea scivolando via, che la modella e l’avvolge morbidamente cercando la massima perfezione estetica o può  entrare nella porosità della ‘’pelle’ ’ruvida, superficie scabra, corrosa, ossea data dallo scalpellare nevrotico della materia creando infinite sfaccettature. Nel processo riduttivo della figura umana vengono meno i dati antropomorfici ma ancora riconoscibili, dalla testa ridotta alle minime proporzioni alla completa assenza di piedi e di mani. Il corpo scolpito suggerisce una pietra erosa dal vento ma levigata dall’acqua, il corpo può avere mutilazioni, vuoti e pieni per raggiungere il giusto equilibrio nello spazio scultoreo. Le forme arrotondate e vuote evocano la fecondità. 
La mia rivisitazione della realtà è manifestata dal penoso senso di solitudine anche nei rapporti sessuali di figure scarnite fino all’osso in una sorta di lamento straziante, esseri dalle gambe e dalle braccia scheletriche.  I volumi cercano una propria autonomia e una propria identità durante l’atto scultoreo perché scolpiti senza un progetto preparatorio ma d’istinto per dare vita a un mondo onirico. Monconi di figure capaci di trasmettere un senso di smarrimento chiuse in un ermetico silenzio.
” 
Moja

Moja attraverso una decisa capacità sperimentale intraprende una ricerca plastica in cui ogni sviluppo formale si riduce all’essenziale, sculture spoglie da suppellettili, ricche di sinuosità evidenziate da superfici levigate che delineano bellezza ed eleganza. La materia si contorce e si anima attraverso posture che s’innalzano o si racchiudono in composizioni arricchite da tensioni dinamiche. Le opere si ispirano ad aspetti della vita, analizzano l’inconscio e il desiderio più profondo dell’uomo, nelle molteplici espressioni di Moja si alternano, in un continuo confronto d’immagini, sentimenti ed azioni. Le sculture conquistano il mondo dell’arte contemporanea, Mojaè grande conoscitore della materia, sviluppa un linguaggio scultoreo ricco di riferimenti e di sperimentazioni originali.
Archivio Monografico dell'Arte Italiana


Guarda il video delle opere di Moja 

_________________________________________________________________________________

L'ARTE INCISORIA DI MOJA

Nelle incisioni Moja estende lo studio sulla figura comunicando il mondo interiore dell’essere umano.  
Nelle opere incisorie risaltano la profonda unione di tre componenti principali: l’entità fisica e materiale, le radiazioni luminose e la forza vitale che assemblate descrivono una realtà sostenuta da un mondo soprannaturale, il mondo dell’invisibile e dei sogni. 
Moja descrive il mondo notturno delle forme naturali che si animano nell’oscurità, alberi dalle sembianze umane, figure stilizzate vivono corteggiamenti e momenti intimi, inseguimenti e movimenti affiatati conducono le figure in una danza che anima boschi e cieli notturni.
Con abilità tecnica Moja descrive un gioco grafico di linee sistemate sulle lastre attraverso intrecci incisivi, spazi bui e segni luminosi generano atmosfere suggestive. Le figure surreali diventano simbolo di esistenza e di profonda ricerca antropologica.
Archivio Monografico dell'Arte Italiana - novembre 2016
 
 

incisione

 

incisione
 
 

incisione

 

incisione

Archivio Arte Italiana Vernissage - Pittori Emergenti - PI: 02898650136 - Privacy policy & cookie law | Creative Studio