Archivio dell'Arte Italiana
Archivio dell'Arte Italiana

  • Testa Roberto

  • Rosorani Daniela

  • Benassi Fabio

  • Prima Annibale

  • Previtali Giuseppe

  • Bonezzi Sonia

  • Bottioni Paolo

  • Cusmai Sergio

  • Coppola Giuseppe

  • Principi Fabrizio

  • Fustini Roberto

  • Zacchi Francesco

  • Zanafredi Gianna

  • Manlio .

  • Sassi Michele

  • Belloi Franco

  • Martinelli Cecilia

  • Costantini Gemma

  • Peressini Graziano

  • Menditto Vittorio

  • Madonia Benito

  • D'Antuono Paola

  • Alexandr .

  • Guidi Enrico Maria

  • Pirondini Antea

  • Doro Catalani

  • Tagliabue Pietro

  • Longo Luciano

  • Riciputi Luciano

  • Di Gennaro Claudio
Artisti dalla A alla Z
Artisti per Categoria
News e Mostre dell'Arte Italiana
  • "Nel tempo sospeso" (arte al tempo del covid) la cui vernice si terrà sabato 21 gennaio 2023 presso il museo della Cantieristica a Monfalcone (Go). Presente l'artista Daniele Demeio con l'opera"MAMMA, PERCHE' NON POSSO USCIRE". La mostra successivamente sarà allestita nel mese di febbraio 2023 nel pordenonese e proseguirà a Pirano d'Istria (SLOVENIA) in primavera.

  • Mostra personale "Non solo Carso" di Vladimiro Dijust in arte MIRO, inaugurazione venerdì 20 gennaio 2023 alle 18:00, sala espositiva "Eugenio Valentinis" via Barbarigo, 26 Monfalcone (GO).

  • Nell'anno 2023 tre opere dell'artista Pascut saranno in mostra a ROMA dal 20 febbraio 2023 - 4 opere dell'artista Pascut saranno esposte a MONTECARLO, - 2 opere a BARCELLONA, - 1 opera a BERLINO.

  • Vicenza, Galleria ART.U' Artisti uniti, Contrà Piancoli 14 collettiva d'arte "Intimi segreti dell'anima" presente con le sue opere l'artista PASCUT (Pasquale Cutrupi) e l'artista MAURIZIO SETTI, inaugurazione giovedì 12 gennaio 2023 ore 17:00 a cura di Elisa Bergamino.

  • ALZANO LOMBARDO (BG) L'artista Marco Bagatin espone le sue opere presso la Fondazione Mazzoleni, Alzano Lombardo (BG) 25 febbraio/15 aprile 2023


Tutte le novità sul mondo dell'Arte

Scultore | Rossi Andrea

Rossi Andrea opera in Marche nella specifica di Corrente figurativa .

Per Informazioni: mass.rossi185@virgilio.it
Stampa: Genera PDF per la stampa

Le opere di Rossi Andrea

Africa di Rossi Andrea
Tornado di Rossi Andrea
Tenebra di Rossi Andrea
Ben  di Rossi Andrea
Red tail di Rossi Andrea
Il ragazzo con un sogno di Rossi Andrea
Gli amanti di Rossi Andrea
Il toro di Rossi Andrea
Quapé di Rossi Andrea
Arabella di Rossi Andrea
Arabesque di Rossi Andrea
Cervo di Rossi Andrea
Biografia
|
Critiche
|
Mostre
|
Informazioni
Andrea Rossi nasce ad Urbino nel 1994 e vive a Piobbico (PU) un piccolo paese nelle Marche. Andrea Rossi soprannominato anche Briciaccoli termine che nasce dal dialetto del suo paese, infatti per briciaccolo si intende una cianfrusaglia, un oggetto ormai senza alcun valore, l'artista cerca di ridar vita a questi oggetti in metallo donando loro nuova vita sotto forma di opera artistica.
Il percorso artistico nasce da autodidatta esplora la sua manualità affinata, nel corso degli anni, anche grazie agli insegnamenti di suo padre nella sua officina.
La realizzazione delle prime sculture avviene nel 2020, partendo da piccoli modellini di pochi centimetri.
Quella della costruzione è sempre stata una passione che coltiva fin da piccolo.
La sua tecnica è il risultato della cooperazione di arte, fisica tecnica e soprattutto meccanica.
La materia prima di ogni sua opera è il metallo di recupero, cioè vari  utensili e componenti meccaniche in disuso, che siano di ferro o acciaio cerca di dare una seconda vita a questi materiali che altrimenti andrebbero buttati. Materiali metallici edili, agricoli o meccanici con l'ausilio della saldatura unisce gli stessi e crea sculture di ogni genere.
Predilige la riproduzione di animali a grandezza naturale e cerca principalmente di dare loro una vita. Cerca sempre di affinare la sua tecnica cercando materiali nuovi, curiosi ma soprattutto cerca di mettersi in costante prova, aumentando sia la taglia che la difficoltà della scultura stessa.

Le sue opere sono conosciute nella provincia di Pesaro e Urbino, Andrea Rossi le ha esposte in diverse occasioni e sono abitualmente ospitate all'Associazione P.a.r.c.o. Piobbico (PU).

"Nelle mie sculture ho l'obiettivo principale di dare anima allo sguardo dell'animale e riprodurlo come se fosse in movimento, dando allo spettatore l'impressione che non si tratti di una sola scultura ma di un vero essere vivente."
L'artista
Andrea Rossi - https://www.instagram.com/briciaccoli/
 




INTRODUZIONE ALL’ARTE DELLE SCULTORE Di
 ANDREA ROSSI

L’espressione artistica di AndreRossi si avvale di differenti materiali metallici e tecniche di saldatura che diventano una vera e propria forma d’arte. Andrea Rossi lavora il materiale con maestria realizzando opere figurative curate meticolosamente nei dettagli, manifestando una versatilità curata e ricercata fondata su un particolare studio artistico e su una moderna abilità di rielaborazione del soggetto. 
Lo scultore assembla nell’opera frammenti di vita mescolando con la scultura un'infinità di elementi. Riciclando i materiali della natura e della produzione umana Andrea è ideatore di sculture che dialogano con tematiche ad alto valore etico, elementi dal forte vissuto paesaggistico ed urbano vivono una progettazione meticolosa diventando espressione di animali, figure, ma anche personificazione di abbracci e passioni. Le sculture si elevano verso spazi che diventano guizzi poetici, nascono dalla natura e tornano ad essa, la freddezza del materiale incontra la manualità dell’artista trasformandosi in una lettura poetica di emozioni. Lo scarto ed il materiale di riciclo diventano per Andrea un’esperienza unica che gli permette di realizzare opere originali dalle grandi dimensioni; le sculture sono autonome, oltre alla postura particolare assumono un'espressività molto profonda, le sue opere comunicano attraverso lo sguardo un concetto d'amore universale.  

Guarda il video delle opere dello scultore Andrea Rossi pubblicato su youtube.

Monumento equestre: Tornado, fatto con amore - articolo di Maria Cristina Magri.
Andrea ha raccolto vecchi pezzi di ferro, li ha saldati insieme e ha realizzato Tornado, una statua di 400 kg.
    

   
 
Il Resto del Carlino - Pesaro, 7 aprile 2021 – Quello che ti fa  fare l’amore è sempre speciale, in tutti i campi.

Anche in quello artistico: basta guardare Tornado, la statua che Andrea Rossi ha creato assemblando “briciaccoli”, cioè cianfrusaglie.
Ovviamente metalliche visto che Andrea le salda tra loro: da diversi anni si dedica a questo hobby, ma questa volta ha voluto fare qualcosa di particolarmente impegnativo, e dobbiamo dire che ci è riuscito in pieno.
Tornado è bellissimo, riesce a trasmettere l’idea di potenza in movimento di un cavallo vero.
Andrea ha impiegato circa 3 mesi per realizzare questa grande scultura, che pesa sui 400 kg ed è alta 170 cm: al garrese, ovviamente.
Per i suoi lavori l'artista cerca pezzi di metallo di ogni genere, dalle chiavi inglesi ai vecchi attrezzi agricoli inutilizzati o rotti: perché nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma.
Una cosa che ci ha particolarmente toccati? il ringraziamento che Andrea ha fatto allo sconosciuto che gli ha lasciato fuori dalla porta del suo negozio una cassettina di plastica piena di (cosiddetti) ferri vecchi.
Pensare a qualcuno che vede i lavori di Andrea, li apprezza, si ricorda di avere qualcosa che può essergli utile e glielo porta con un po’ di timidezza, senza farsi nemmeno vedere è bello.
Ed è bello anche che un ragazzo della sua età sia così felice di averli trovati: due zappe e un piccone  hanno così assunto un valore che nemmeno da nuovi si sarebbero mai sognati.
Buon lavoro Andrea, continua così.


INTERVISTA DI AMEDEO PISCIOLINI ALL'ARTISTA ANDREA ROSSI PUBBLICATA SU IL RESTO DEL CARLINO DI PESARO SULLA SCULTURA: Tornado

Come ha recuperato il materiale?
"Da rottami agricoli, nello specifico da vari amici che se ne disfacevano e meccanici della zona. Ho assemblato parti meccaniche di trattori, piccola utensileria come chiavi, ma anche utensili legati all’agricoltura: vanghe, zappe, pale e forconi. Il tutto unito e mescolato per dar vita ad un pezzo unico e suggestivo".

Ha trovato riscontri positivi da chi ha potuto vederlo?
"Sì chi l’ha visto ha fatto tanti apprezzamenti".

La sua passione di assemblare elementi e dar vita a figure vere e proprie, quando è nata?
"Da bambino. Inizialmente si trattava di semplici disegni, per poi crescere assieme a me e diventare qualcosa di più grande. Dalle piccole creazioni che avete potuto toccare con mano alla mostra “Neronart“ di Piobbico, tra luglio e settembre dello scorso anno, sono passato a qualcosa di sempre più grande, fino ad arrivare oggi con questo imponente cavallo, Tornado. Le mie creazioni prendono il nome di “briciaccoli“, termine del nostro dialetto piobbichese che sta ad indicare in modo generico delle cianfrusaglie a cui non si darebbe tanta importanza; ecco il mio intento è quello di dare valore e soprattutto creare qualcosa di innovativo da pezzi meccanici e di vario tipo (comunque tutti metallici), per dare nuova vita ad essi e crearne sculture di vario genere, portandoli ad avere nuova vita in forma artistica".

E’ un hobby gratificante?
"Molto, alla fine questo hobby che svolgo nel poco tempo libero che ho a disposizione è veramente gratificante. Sono pur sempre cresciuto da una famiglia che mi ha sempre insegnato tanto, anche su quello che riguarda il lavoro e l’utilizzo dei vari utensili e voglio ringraziare soprattutto loro che mi hanno sempre supportato in qualsiasi progetto mi vagasse per la mente".

I suoi lavori dove sono?
"Per chi volesse vedere dal vivo tutte le varie sculture dalle più grandi alle più piccole basta recarsi alla nostra Associazione P.a.r.c.o. Piobbico".


Archivio Arte Italiana Vernissage - Pittori Emergenti - PI: 02898650136 - Cookies Settings | Privacy policy & cookie law | Creative Studio